In che modo gli psichedelici influenzano la percezione del tempo?

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp
Reddit
Concetto di orari di lavoro aziendali persone lavorano digitando su computer portatile sovrapposizione con in orologio tempo a l

Il tempo scorre veloce o lento?

Il tempo dovrebbe essere un fenomeno fisso che si misura in secondi, minuti e ore. Eppure il tempo è qualcosa di flessibile. E questo è certamente il caso quando sono coinvolti gli psichedelici. Con le sostanze che alterano la mente, si può sperimentare che il tempo diventa improvvisamente molto veloce, oppure che rallenta o addirittura si ferma. Questo affascinante fenomeno è ora oggetto di studi più approfonditi. In questo blog analizziamo da vicino come gli psichedelici possono influenzare la percezione del tempo.

Il tempo è un concetto elastico

Ci sono momenti in cui il tempo sembra passare in modo diverso dal solito. È successo a Devin Terhune, un neuroscienziato. Nel 2015 è stato investito da un’auto. Stava andando in bicicletta ad alta velocità e quando ha urtato l’auto è stato sbalzato ad almeno 5 metri di distanza. “Obiettivamente, l’incidente è durato probabilmente meno di un secondo”, afferma. “Ma mentre volavo nell’aria, mi sembrava che ci fossero voluti almeno cinque secondi. Il tempo è andato così lento!”.

Il tempo si è allungato da millisecondi a secondi. Terhune ha vissuto una situazione che tutti noi sperimentiamo regolarmente, anche se in modo meno drammatico. Il tempo si misura in unità fisse, secondi e minuti. Ma spesso il tempo sembra molto più elastico. Dieci minuti sembrano un’eternità quando ci si annoia, ma quando si chiacchiera in compagnia di un amico, finiscono in un attimo.

La percezione del tempo è un processo importante per il cervello. Esiste una connessione con le emozioni, l’attenzione, la memoria e la coscienza. Può anche essere influenzato da disturbi psichiatrici e neurologici. Alcuni scienziati hanno notato che le droghe possono influenzare l’esperienza del tempo, ma sono state condotte poche ricerche concrete.

Clessidra al tramonto

L'influenza degli psichedelici sulla percezione del tempo

È ormai assodato che le sostanze che alterano la mente, come i funghi magici o i tartufi, influenzano l’esperienza del tempo. Gli scarsi studi in materia potrebbero confermare questa tesi. Purtroppo non è stato chiarito come funziona esattamente questo fenomeno. Esiste un resoconto del 1913, scritto da una persona che ha fatto uso di mescalina. Quest’ultimo ha detto che la sostanza gli dava la sensazione che il futuro stesse correndo in avanti a una velocità caotica e che il tempo fosse illimitato.

Nel 1954 è stato condotto uno studio su 23 persone che facevano uso di psichedelici. In 13 di essi si è verificata un’interruzione del tempo. Molti hanno avuto la sensazione di essere bloccati nel tempo, che solo il presente fosse reale e che il futuro fosse molto lontano. Un partecipante si è sentito senza tempo, altri hanno sperimentato che il tempo scivolava tra le dita molto velocemente e per altri ancora il tempo si muoveva molto lentamente. C’era anche una persona il cui umore oscillava tra l’euforia e la depressione. È da notare che anche la sua esperienza del tempo si alternava tra velocità e lentezza.

Terhune trova affascinante la percezione del tempo ed è desideroso di capire i meccanismi coinvolti. Gli psichedelici agiscono su alcune reti e sostanze chimiche del cervello. Può essere vantaggioso scoprire cosa sta accadendo esattamente.

Ritardo o accelerazione temporale

Bellissima astrazione psichedelica - interferenza delle pellicole di sapone nella luce riflessa

Influenza dell’LSD sulla percezione del tempo

Terhune e i suoi colleghi hanno pubblicato nel 2018 uno studio randomizzato, in doppio cieco e controllato con placebo sugli effetti di microdosi di LSD sulla percezione del tempo. È emerso che anche a queste basse dosi l’LSD può influenzare il modo in cui le persone percepiscono il tempo. Quarantotto persone sane hanno partecipato allo studio. Sono stati divisi in quattro gruppi, uno dei quali ha ricevuto un placebo e gli altri tre diverse piccole dosi di LSD (5, 10 o 20 mcg).

Hanno poi dovuto sottoporsi a un test. I partecipanti hanno visto un’immagine su uno schermo per un certo tempo (in questo caso, un cerchio blu). Poi hanno dovuto ricordare e riprodurre da quanto tempo lo vedevano. In media, l’immagine è stata visualizzata tra 800 e 4000 millisecondi. I partecipanti dovevano poi stimare da quanto tempo li avevano visti. Poi dovevano premere la barra spaziatrice del computer per un tempo altrettanto lungo.

I ricercatori hanno confrontato la precisione con cui i diversi gruppi hanno eseguito questo compito. È emerso che i gruppi a cui è stato somministrato l’LSD hanno tenuto premuto la barra spaziatrice molto più a lungo di quelli a cui è stato somministrato il placebo. Si tratta di una cosiddetta sovrapproduzione. È notevole che il farmaco non abbia indotto altre allucinazioni o altri effetti. Nonostante la microdose di LSD, si è verificata un’interferenza con la percezione del tempo.

Colonia di funghi selvatici che cresce in una foresta pluviale del Pacifico nordoccidentale. RLTheis

Come la psilocibina cambia la percezione del tempo

Lo scienziato tedesco Wittmann ha studiato l’impatto della psilocibina sull’esperienza del tempo nel 2007. Hanno partecipato dodici persone sane, alle quali sono state somministrate dosi medie o superiori di psilocibina. È stato riscontrato che queste persone avevano una significativa difficoltà a riprodurre intervalli più lunghi di 2,5 secondi. In realtà hanno sottoprodotto, e si vede che hanno premuto troppo poco la barra spaziatrice. La psilocibina, contrariamente alle ricerche di Terhune, sembra fornire un senso di accelerazione del tempo.

Manoj Doss, neuropsicofarmacologo della Johns Hopkins University, trova questa contraddizione entusiasmante. In effetti, l’LSD e la psilocibina sono droghe che agiscono in modo simile nel cervello. Il fatto che abbiano effetti opposti sulla misurazione del tempo è sorprendente.

Gruppo di giovani ricercatori che analizzano dati chimici in laboratorio

Cosa possiamo imparare dagli psichedelici e dalla loro influenza sulla percezione del tempo?

Se sapessimo meglio come funziona la percezione del tempo, potremmo modificarla per trarne vantaggio? Le persone che soffrono di depressione o di altri sintomi mentali hanno riferito che la loro percezione del tempo può cambiare. In caso di depressione, può sembrare che il tempo rallenti o addirittura si fermi del tutto. È possibile che accelerare o rallentare il tempo possa essere utile in queste condizioni.

Wittmann indica che esiste un forte legame tra il tempo e le emozioni: le emozioni negative sono in grado di farvi sentire come se foste bloccati nel tempo. Attualmente non esiste una teoria unificata della normale percezione del tempo. Wittmann ritiene che il tempo soggettivo sia legato al corpo e alla misura in cui sentiamo il nostro corpo. Può darsi che alcune parti del cervello siano responsabili della percezione dei segnali interni del nostro corpo e quindi dello scorrere del tempo.

“Penso che la consapevolezza del tempo e la consapevolezza di sé in generale siano regolate insieme”, spiega Wittmann. “Ti stai annoiando? In questo caso, il legame con voi stessi è molto forte. Si riflette di più su se stessi, si sente chiaramente il proprio corpo in quel momento. E il tempo rallenta. Ma quando la consapevolezza di sé non è così forte, quando si è impegnati in una conversazione interessante, per esempio, o si sta guardando un film, si è nel flusso. Non siete così consapevoli di voi stessi e del vostro corpo. Poi, al contrario, il tempo scorre veloce. Vedete quindi come la percezione di voi stessi e del tempo siano fortemente collegate”.

Se si fanno più ricerche sugli psichedelici, potremo avere più chiarezza su questi fenomeni affascinanti. In questo modo non solo potremo capire meglio come cambia la percezione del tempo sotto l’influenza di questi agenti, ma anche come funziona nella vita di tutti i giorni.

Condivisione sociale

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp
Reddit

Select a Pickup Point

Questo sito web utilizza i cookie per garantire che tu abbia la migliore esperienza sul nostro sito web.