Sbalordirsi, essere fatti o essere sballati: in cosa sono diversi?

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp
Reddit

Quando si parla di droghe, ci si imbatte in termini come trip, allucinazioni e sballo. Sono tutte parole che riflettono che la vostra coscienza è cambiata. Ma se non avete familiarità con queste risorse, probabilmente vi starete chiedendo cosa significhino. Queste parole sono sinonimi l’una dell’altra o hanno comunque significati diversi? E in che modo? In questo blog spieghiamo le differenze tra trip, sballo e sballo.

Tripping: allucinazioni da psichedelici

Il trip è ciò che si fa quando si usano gli psichedelici classici. Queste sostanze includono funghi magici, tartufi magici, ayahuasca, DMT e cactus di mescalina. Sono tutti psichedelici serotoninergici. Ciò che hanno in comune è che agiscono sulle parti del cervello che rispondono alla serotonina. Si tratta di un neurotrasmettitore che influisce, tra l’altro, sull’umore, sul sonno e sulla digestione. Quando viene prodotta, crea una sensazione di appagamento e felicità.

Gli psichedelici classici entrano in contatto con gli stessi recettori presenti nelle cellule come la serotonina. Questo fa sì che il sistema che normalmente garantisce il normale funzionamento del cervello (la rete DMT, default mode network) venga messo in crisi. Pertanto, diverse parti del cervello possono comunicare tra loro, mentre normalmente non possono farlo. Questo vi permette di vedere e sentire cose che non ci sono affatto, di guardare il mondo in modo imparziale e di godere di più di tutto ciò che vi circonda. Potete anche inventarvi ogni tipo di idea creativa e selvaggia.

Quindi, quando parliamo di trip, parliamo di allucinazioni. Ciò significa che i colori diventano sempre più brillanti e si possono vedere i disegni in movimento. A dosi più elevate, queste possono culminare in creature che camminano nella stanza o si muovono intorno a voi. Il viaggio può anche portare a nuove conoscenze, sia su se stessi che sul mondo intero.

Il trip ha preso questo nome perché l’esperienza assomiglia a un viaggio: un viaggio nella propria interiorità o addirittura in altri mondi o dimensioni. Siate consapevoli che il trip può essere una grande esperienza positiva, ma anche, in alcuni casi, negativa (bad trip). Dipende dal dosaggio, dal set e dall’impostazione.

Cosa vuol dire essere fatti o sballati?

Essere sballati o strafatti è molto diverso dall’inciampare e può essere causato da droghe diverse, come la cannabis. L’erba è una pianta che produce sostanze chiamate cannabinoidi. I cannabinoidi più noti sono il THC (tetraidrocannabinolo), il CBD (cannabidiolo) e il CBG (cannabigerolo). Ma pochi grammi di erba contengono più di 500 sostanze attive, non solo cannabinoidi, ma anche terpeni e flavonoidi.

Gli effetti della cannabis derivano dal fatto che questi cannabinoidi entrano in contatto con i recettori del cervello. Solo che si tratta di recettori diversi da quelli degli psichedelici, ovvero i recettori CB1 e CB2. Il THC favorisce il recettore CB1, che può provocare sensazioni di rilassamento, euforia e aumento dell’appetito. A dosi più elevate, la cannabis può stimolare la creatività, causare sinestesia (fusione dei sensi) e suscitare emozioni. Ma la cannabis non provoca allucinazioni.

Ma cosa sono lo sballo e la sbronza e in cosa si differenziano dal trip? Lo sballo dà sensazioni di beatitudine, come se ci si trovasse al settimo cielo. Le preoccupazioni vengono meno e si ha la sensazione che la fiducia in se stessi cresca. Lo sballo si sente soprattutto nella testa. Se si fa uso di cannabis e si vuole provare l’esperienza dello sballo, si dovrebbe scegliere una varietà Sativa.

Lo sballo è un’esperienza più fisica. È una sensazione di profondo relax, di intorpidimento, la sensazione che può provocare il blocco del divano. Il corpo si sente pesante e freddo. Sono le varietà indica che hanno maggiori probabilità di farvi sentire sballati. Di solito, l’erba provoca una combinazione di “stoned” e “high”, il che non sorprende, dato che la maggior parte delle varietà sono un mix di Indica e Sativa.

Intrighi con l'erba?

Si può ancora viaggiare con la cannabis? Sicuramente è fisicamente impossibile. Il THC non è una droga psichedelica. Alla Johns Hopkins University è stato condotto uno studio sugli effetti di varie droghe, tra cui cannabis, salvia e funghi magici. In tutti i casi, non si sono verificate allucinazioni visive o uditive con la cannabis, a prescindere dal modo in cui si è utilizzata la droga (fumo, vaping o edible). Quindi chi non ha voglia di farsi un trip può usare tranquillamente la cannabis.

Tuttavia, è vero che i farmaci possono produrre reazioni imprevedibili. Ognuno reagisce in modo diverso. Basta guardare una tazza di caffè: alcune persone rimangono sveglie tutta la notte dopo una tazza, mentre altre non notano nulla. Anche l’ambientazione è molto importante per l’esperienza del farmaco. Chiunque voglia fare uso di psichedelici o altri stimolanti dovrebbe sempre farlo in un ambiente sicuro, dove si sente a proprio agio.

Siete curiosi di conoscere i funghi magici o i tartufi magici e di sapere cosa si prova quando si è in trip? Iniziate quindi con una dose più bassa e scegliete una varietà di funghi o tartufi con effetti lievi. Nel nostro negozio troverete kit per la coltivazione di funghi di diverse marche e anche i tartufi sono disponibili in diverse gradazioni.

Condivisione sociale

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp
Reddit

Questo sito web utilizza i cookie per garantire che tu abbia la migliore esperienza sul nostro sito web.