Precedente
Successivo

Microdosaggio e creatività

La creatività è una qualità che viene spesso ammirata: le persone creative dipingono, cantano o scrivono e ottengono regolarmente idee frizzanti e speciali. La creatività è anche qualcosa che non è facilmente applicabile. Ecco perché il microdosaggio può essere una manna dal cielo: un rimedio naturale che può stimolare la creatività. Sempre più studi dimostrano che prendere microdosi di psichedelici può aiutare a pensare fuori dagli schemi.

La magia della creatività

La creatività è un tratto ammirato ma sfuggente. Non per niente nell’antichità si pensava che il tuo talento creativo dipendesse da una musa (ispirazione proveniente da una dea) o fosse dato da Dio. Lei ha avuto poca voce in capitolo. Questo si evince anche dal fatto che tutti gli artisti possono soffrire di un blocco (il ben noto blocco dello scrittore, che in realtà non è un problema solo per gli scrittori) per cui nulla esce dalle loro dita. Se la creatività non fluisce, allora devi solo aspettare che lo faccia di nuovo.

Ma ci può essere qualcosa da fare, cioè il microdosaggio. Gli utenti che prendono microdosi di sostanze psichedeliche (come funghi magici o tartufi) dicono che questo stimola la loro creatività. Il microdosaggio sembra stimolare certi recettori, rendendo il tuo pensiero più flessibile e aumentando le tue capacità di risoluzione dei problemi.

Come il microdosaggio stimola la creatività

Il microdosaggio ha molto potenziale per aumentare i nostri processi cognitivi e ci sono ricercatori che vogliono saperne di più. Uno di questi ricercatori è Luisa Prochazkova dell’Università di Leiden. Dosi normali di psichedelici, come l’LSD, stimolano la flessibilità cognitiva e il pensiero divergente. Ma si sperimenta anche l’effetto inquietante delle allucinazioni. Il microdosaggio ti dà la possibilità di sperimentare i benefici degli psichedelici, senza gli effetti di alterazione della mente e senza il rischio di un possibile “bad trip”.

La ricerca di Prochazkova mirava a scoprire su quale delle tre aree della cognizione il microdosaggio aveva un effetto: il pensiero convergente (trovare una soluzione), il pensiero divergente (non lineare, trovare più soluzioni a un problema) e l’intelligenza fluida. Soprattutto il pensiero divergente è importante per essere creativi. Il microdosaggio ha avuto un impatto positivo sul pensiero divergente. I partecipanti hanno indicato che hanno notato un miglioramento nel pensiero fuori dagli schemi.

Prochazkova afferma di trovare sorprendente che sia il pensiero divergente che quello convergente siano influenzati dal microdosaggio. Questi due modi di pensare non sono normalmente correlati e sono influenzati da altri fattori. Quindi è sorprendente che il microdosaggio abbia un impatto positivo su entrambi. Potrebbe anche essere il caso, dice il ricercatore, che una normale dose di psichedelici aumenti la tua creatività, ma a spese del pensiero razionale. Al contrario, il microdosaggio potrebbe stimolare il cervello a trovare un equilibrio ottimale tra flessibilità e pensiero logico.

Ricerca tra i microdosatori

Il sito web giornalistico theconverstation.com ha fatto un sondaggio
ricerca
tra le persone che regolarmente si sottopongono a microdosi. Volevano sapere cosa piaceva e non piaceva del microdosaggio. 909 partecipanti hanno partecipato allo studio. I benefici più frequentemente menzionati sono stati:

  • Miglioramento dell’umore
  • Migliore concentrazione
  • Più creatività

Molte persone (26%) hanno riferito un miglioramento dell’umore, ma anche la creatività è stata menzionata frequentemente. Altri effetti positivi sono stati l’aumento della fiducia in se stessi, della motivazione e della produttività. Anche se queste sono tutte aree diverse, si potrebbe anche dire che sono collegate. La maggior parte delle persone non sono creative quando si sentono depresse. La fiducia in se stessi è anche importante se si vuole esprimere se stessi in modo creativo, e una buona concentrazione aiuta anche in questo.

Quindi, se il microdosaggio ha un impatto positivo su tutte queste aree, fa comunque bene alla tua creatività. I dati della ricerca sulla creatività e il microdosaggio sono purtroppo ancora piuttosto scarsi. E così alcuni studi non sono stati fatti neanche clinicamente. Nonostante ciò, i dati sembrano indicare che il microdosaggio può dare una grande spinta alla tua creatività. Coloro che a volte lottano per entrare nel flusso creativo potrebbero voler fare un tentativo.