Quali sono gli effetti della curcuma sulla depressione?

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp
Reddit

La depressione è uno dei disturbi mentali più comuni?

La depressione è uno dei disturbi mentali più comuni nella società olandese. Soprattutto dopo un lungo periodo di isolamento e il conseguente senso di solitudine, i sintomi depressivi, sia nei giovani che negli anziani, sono aumentati in modo significativo. Molte persone cercano rimedi naturali per trattare questi disturbi. La curcuma è un integratore interessante da questo punto di vista. I principi attivi della curcuma sembrano in grado di ridurre i sintomi della depressione.

Quando è presente la depressione?

Malinconia, svogliatezza, sensazione di solitudine, mancanza di motivazione: tutti hanno periodi in cui le cose non vanno bene. Si può dire che si è depressi, ma questa parola viene usata piuttosto rapidamente. Si è veramente depressi solo se c’è sofferenza mentale, se se ne soffre ogni giorno e se dura più di due settimane.

Con la depressione, non si riesce più a godere di ciò che si fa. Siete cupi, vi sentite irrequieti o facilmente irritabili, o semplicemente molto fiacchi. Si possono verificare insonnia e mancanza di energia. Ma può anche essere che si voglia dormire tutto il giorno. La vita è difficile, si possono persino avere pensieri di morte o di suicidio. La depressione è una condizione grave che ha un impatto su tutti gli aspetti della vita. Fortunatamente, può essere trattata.

Spesso viene consigliata la psicoterapia e possono essere prescritti anche antidepressivi, come il citalopram o la fluoxetina. Questi possono aiutare a sentirsi meglio impedendo la degradazione della serotonina (un neurotrasmettitore). Questo aumenta il livello di serotonina nel cervello e ha un effetto positivo sull’umore. Tuttavia, questi farmaci comportano numerosi effetti collaterali e creano dipendenza. Pertanto, l’uso di un rimedio naturale come la curcuma per la depressione può avere molti benefici.

I principi attivi della curcuma

La curcuma, la nota spezia gialla, è utilizzata da migliaia di anni nella medicina ayurvedica. Veniva utilizzato per febbre, infezioni, infiammazioni e disturbi digestivi. Anche il mondo occidentale sta scoprendo i benefici della curcuma e sono stati avviati molti studi per scoprirne gli usi.

I principi attivi di questa spezia gialla sono i curcuminoidi. La più importante di queste è la curcumina. Tutti i curcuminoidi sono antiossidanti, ma la curcumina ha l’effetto più potente. Così, non appena entra in una cellula, può, per così dire, richiamarla all’ordine. Una cellula malfunzionante (ad esempio una cellula cancerosa) può essere calmata dalla curcumina, dopodiché può trasmettere nuovamente i segnali e iniziare a comportarsi normalmente.

Le ricerche dimostrano che la curcuma può inibire la progressione della malattia, ad esempio nella leucemia. Inoltre, si dice che la curcumina sia utile per la memoria e per la salute dei livelli di colesterolo. Resta ovviamente da chiedersi se la curcuma abbia effetti benefici anche sulla depressione.

Curcuma per depressione: cosa dimostra la ricerca

Alcuni studi hanno anche dimostrato che la curcuma può aiutare a combattere la depressione. Ciò può essere dovuto al fatto che la curcumina inibisce un determinato enzima (la monoamino ossidasi, MAO) e allo stesso tempo promuove l’attività di alcune altre sostanze, come la dopamina e la serotonina. Queste sostanze svolgono un ruolo nella motivazione, nelle emozioni e nell’apprendimento.

Nel 2014 è stato condotto uno studio a cui hanno partecipato 60 pazienti affetti da depressione. Sono stati divisi in tre gruppi: il primo gruppo ha ricevuto il Prozac (normali antidepressivi), il secondo gruppo 1 grammo di curcuma e il terzo gruppo entrambi i farmaci. Dopo 6 settimane, le persone a cui è stata somministrata la curcuma sembravano trarre gli stessi benefici di quelle a cui era stato somministrato il Prozac. L’assunzione congiunta di entrambi i farmaci è risultata avere il massimo effetto positivo. I ricercatori hanno concluso che la curcuma è un rimedio sicuro ed efficace per la depressione.

La registrazione di curcumina migliorano

Un farmaco può funzionare correttamente solo se l’organismo è in grado di assorbire correttamente i principi attivi. Questo vale tanto per i rimedi naturali quanto per i normali farmaci. Le ricerche dimostrano che il corpo umano non è in grado di assorbire molto bene la curcumina. Questo perché la sostanza non può passare indenne attraverso la parete intestinale nel sangue. Anche il fegato è disturbato e scompone la curcumina, quindi non può essere efficace. Pertanto, non ha molto senso aggiungere molta curcuma agli alimenti. In questo caso, si dovrebbero assumere 30 grammi di curcuma per una buona efficacia.

Sono state condotte ricerche per migliorare l’assorbimento della curcumina. Se combinato con il pepe nero (peperina), aumenta l’assorbimento fino al 2000%. L’integratore di curcuma di alta qualità Together è altamente raccomandato. Il Complesso Curcumina & Curcuma contiene pepe nero oltre alla curcuma, consentendo alle sostanze di essere assorbite in modo rapido ed efficace dall’organismo.

Se soffrite di depressione, non tenetela con voi. In caso di disturbi, è meglio rivolgersi al medico o a un terapeuta. Volete usare la curcuma contro la depressione? Può contribuire ad alleviare i sintomi. Prima di tutto chiedete al vostro medico se la curcuma è un integratore adatto a voi, soprattutto se state già assumendo farmaci. La piperina, che migliora l’assorbimento della curcuma, può anche influenzare il modo in cui il corpo assorbe i farmaci.

Condivisione sociale

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp
Reddit

Select a Pickup Point

Questo sito web utilizza i cookie per garantire che tu abbia la migliore esperienza sul nostro sito web.