Luce blu: è davvero così dannosa per il sonno?

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp
Reddit

Negli ultimi anni si è parlato spesso di luce blu, che sarebbe dannosa per il sonno. Ogni notte è necessario dormire circa 8 ore indisturbati. Si dice che l’uso di smartphone e tablet abbia un impatto negativo sul sonno a causa dell’emissione di luce blu. Ma cosa fa questa luce al nostro sonno e perché ci fa dormire peggio? In questo blog esploriamo ciò che oggi si sa sull’impatto della luce blu sul sonno e ciò che si dovrebbe o non si dovrebbe fare.

La magia di addormentarsi

Non c’è quasi più nessuno che non abbia uno smartphone, un computer portatile o un tablet. Negli ultimi anni, inoltre, portiamo lo smartphone al piano di sopra per navigare in Internet prima di andare a dormire. Guardare altre notizie, leggere qualcosa su Facebook o Whatsapp, inviare un’e-mail o guardare un film. Si tratta, a nostro avviso, di una forma di rilassamento e di distrazione.

Ma questo potrebbe avere un impatto negativo sul sonno. La luce emessa da questi schermi disturba i modelli di sonno, hanno avvertito gli scienziati. Ma è davvero così? Per capire meglio come funziona, analizziamo innanzitutto il ruolo che svolge il nostro modello di sonno.

Ogni persona ha un ritmo sonno-veglia (cronotipo). Sono molti gli elementi che influiscono su questo aspetto, come lo stress, i geni, l’età, il sesso e la luce. Alcuni fattori possono rafforzarsi a vicenda (come l’esposizione alla luce e lo stress), creando un circolo vizioso di sonno sempre più scarso.

Quando ci si stanca, il corpo produce diverse sostanze. Tra questi vi sono la melatonina, la dopamina e l’adenosina. Ciò dimostra che si è stanchi e che è ora di andare a dormire. Il termine per indicare questo fenomeno è pressione del sonno. Alcune ore prima di andare a letto, il corpo produce sempre più melatonina. Questo aumenta la sensazione di stanchezza e facilita l’addormentamento.

Luce blu: Dannosa per il sonno?

È quindi vero che sia le sostanze corporee che le influenze esterne influenzano il sonno. Ciò che è importante per il sonno è una certa dose di rilassamento e di riposo. Le ricerche dimostrano che l’impatto sul sonno non riguarda solo la luce blu proveniente dai nostri dispositivi, ma anche la stimolazione di immagini e informazioni.

Ciò che si legge e si vede su un computer portatile o uno smartphone mantiene il cervello molto attivo, non solo sul momento, ma anche per qualche tempo dopo. Se guardate uno schermo e poi volete dormire, potreste scoprire che il vostro cervello è ancora “acceso”. E non si spengono con la stessa facilità, rendendo più difficile addormentarsi e talvolta svegliandosi più spesso durante la notte.

Ma è un dato di fatto che la luce blu influisce anche sul sonno. I ricercatori indicano che l’effetto non è così grave come si pensava in un primo momento. In realtà, sono più importanti il tempo di esposizione e il dosaggio. Se siete a letto con il vostro cellulare, leggete pure le notizie. Ma se si guardano film di un’ora o si passano ore a scorrere i social media, la luce blu può comunque influenzare i modelli di sonno. È bene quindi prestare attenzione anche a ciò che si vede. La visione di notizie inquietanti o di film eccitanti poco prima di andare a dormire può ovviamente rendervi molto più inquieti rispetto alla lettura di un libro o di un blog innocente.

Differenze personali

Anche le differenze personali giocano un ruolo importante. Alcune persone sono molto più sensibili alla luce di altre. Quindi sono sicuro che ci saranno persone che non sono affatto infastidite dalla luce blu. Per loro, usare gli schermi la sera prima di andare a letto non è un problema. Tuttavia, se sapete di essere sensibili alla luce (ad esempio, vi fanno male gli occhi se la luce del sole è intensa), dovrete tenerne conto. Allora probabilmente siete anche più sensibili all’influenza della luce blu.

Le persone affette da ADHD sembrano anche essere molto sensibili alla luce blu. I loro schemi di sonno vengono comunque disturbati più rapidamente e spesso hanno problemi ad addormentarsi. Se si soffre di ADHD, è bene prestare molta attenzione alla quantità di luce blu a cui si è esposti. Inoltre, sarebbe meglio mantenere bassa la quantità di stimoli la sera.

Ridurre l’impatto della luce blu sul sonno

Nel frattempo, la maggior parte degli smartphone è dotata di un filtro per la luce blu. È possibile attivarlo se si desidera guardare lo schermo prima di andare a letto. Questo filtra tutta la luce blu e può ridurre l’impatto negativo sul sonno. Ma ricordate che è anche una questione di quantità di stimoli che vedete. È meglio evitare di guardare il dispositivo da mezz’ora a un’ora prima di andare a dormire.

Anche gli integratori naturali possono aiutare a risolvere i disturbi del sonno. Ad esempio, il reishi(capsule o gocce) ha proprietà calmanti, che possono aiutare a risolvere i problemi del sonno. Le gustose gommine CBD Sleep Well contengono 10 mg di CBD e melatonina. Queste sostanze possono favorire un senso di rilassamento e facilitare l’addormentamento. Il microdosaggio di tartufo potrebbe avere un effetto positivo anche sul sonno.

Per quanto attraenti, gli schermi presentano alcuni svantaggi. Oltre alla luce blu che può causare notti insonni, non sono nemmeno i dispositivi più accoglienti. Prendete invece qualcos’altro. Pensate a un divertente gioco da tavolo o di carte. Sfogliate insieme un libro di foto (sì, un libro di foto, non foto in un’app) o fate un puzzle. Anche fare esercizi di yoga dolce o una meditazione prima di andare a letto è una buona idea. In questo modo dormirete quasi sicuramente meglio e avrete una serata più accogliente rispetto a quella che trascorrerete ogni sera seduti nel vostro letto con il cellulare.

Condivisione sociale

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp
Reddit

Helaas u dient 18 jaar of ouder te zijn om deze website te mogen bezoeken.

Valido dal 20 maggio al 27 maggio.

Risparmia sul tuo acquisto oggi stesso!

10%
SPENTO

Usa il codice qui sotto al momento del checkout per ricevere uno sconto del 10% sul tuo ordine.

Purtroppo per visitare questo sito web è necessario avere almeno 18 anni.

Per visitare questo sito web è necessario avere almeno 18 anni.

Hai 18 anni o più?

Purtroppo per visitare questo sito web è necessario avere almeno 18 anni.